FOOD DELIVERY

15-11-2020

FOOD DELIVERY

Quest’anno il food delivery si è dimostrato un servizio essenziale per gli italiani, portando a domicilio cucine e piatti preferiti, e rispondendo in maniera positiva anche in un contesto storico difficile.

Secondo i dati GfK Sinottica®, nei mesi di marzo e aprile 2020 è cresciuto del +70% l’utilizzo di servizi di Food Delivery da parte degli italiani, rispetto al periodo precedente il confinamento. E nella maggior parte dei casi gli utenti hanno scelto di farsi consegnare piatti tipici della cucina italiana.

Il settore della ristorazione ha visto una crescita importante della digitalizzazione anche se attualmente solo il 18% del mercato della ristorazione è digitalizzato.

Secondo Riccardo Mangiaracina (Responsabile Scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano) “Con lo scoppio dell’emergenza Covid-19, la domanda online di prodotti alimentari è in alcuni casi decuplicata, mettendo forte pressione agli attori eCommerce. Il lockdown, le nuove esigenze (e paure) dei consumatori hanno fatto cadere le barriere all’utilizzo del canale eCommerce (e dei pagamenti digitali) e hanno convinto anche i retailer più restii al cambiamento della necessità di potenziare l’offerta online, oggi non adeguata”.

Di fronte a questo picco di richieste straordinario c’è stata un’accelerazione dei processi di digitalizzazione degli operatori e un’ottimizzazione dei flussi e delle risorse logistico/distributive. Molti negozi di generi alimentari e beni di prima necessità si sono avvicinati per la prima volta all’e-Commerce grazie alla collaborazione con soggetti terzi, come le piattaforme di food delivery ma anche numerosi punti vendita di prossimità hanno reagito con sistemi meno evoluti dell’e-commerce, come ad esempio la raccolta degli ordinativi via Whatsapp o per telefono.

Il futuro del food delivery

Le consegne a domicilio rimarranno un’opzione che verrà sicuramente sfruttata anche in futuro e questo servizio diventa quindi un punto di forza per ristoranti, pizzerie e bistrot.

È per questo che Passepartout ha creato Menu, software gestionale studiato e realizzato per soddisfare al meglio le esigenze di ristoranti, pizzerie, bar, pub, enoteche, self-service, chioschi e di tutte le attività che operano nel settore del Food & Beverage.

Menu gestisce diverse tipologie di asporto anche con propri listini e fasce orarie privilegiate, centri di produzione riservati al take-away e promozioni esclusive. Le ordinazioni dei prodotti da asporto possono essere inserite nel software gestionale indicando data ed ora di ritiro, recuperando l’anagrafica di un cliente già esistente o creandone una nuova. L’invio in produzione può essere reso automatico indicando i tempi di realizzazione dei piatti, in questo caso la comanda viene inviata automaticamente in produzione in base all’orario di ritiro indicato.

Menu è dotato di una App per dispositivi Apple e Android che permette al cliente di ordinare in autonomia direttamente dal proprio smartphone. In fase di ordinazione il cliente potrà scegliere se richiedere la consegna a domicilio o se preferire l’asporto ritirando personalmente il pasto, specificare l’orario di consegna o ritiro e pagare direttamente online con carta di credito in maniera sicura. Oltre all’App standard si può richiedere una App personalizzata con loghi, colori ed immagini del proprio locale. Menu è interfacciato con Deliveroo, per la gestione degli ordini con consegna a domicilio provenienti dalla celebre piattaforma online. Una volta accettati, gli ordini ricevuti da Deliveroo vengono riportati all'interno del gestionale per essere lavorati come una comune comanda.

CONTATTACI